Il nostro programma

Il programma si articola nella realizzazione di dodici punti, che sono strategici nella visione prospettica del futuro della nostra Città, con particolare attenzione alla diminuzione della pressione fiscale

I punti possono essere così riassunti:

  1. Contenimento della tassa sui rifiuti e ottimizzazione della raccolta differenziata;
  2. Razionalizzazione della viabilità cittadina;
  3. Parcheggi nel centro storico e rilancio dello stesso;
  4. Servizi primari per i cittadini;
  5. Nuovo Piano Regolatore e risanamento ambientale;
  6. Risparmio energetico;
  7. Abbattimento dei costi relativi agli enti inutili;
  8. Turismo come strumento di rilancio dell’economia locale;
  9. Riassetto organizzato delle frazioni di Carchitti e Valvarino;
  10. Valorizzazione delle realtà sportive locali;
  11. Investire nel sociale quale strumento per migliorare la salute dei cittadini e le aspettative delle famiglie;
  12. Sicurezza degli edifici scolastici: idoneità antisismica.

 

RIDUZIONE DEL 40% DELLA TASSA SUI RIFIUTI E OTTIMIZZAZIONE DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA

A Palestrina facciamo la raccolta differenziata ma dobbiamo ottimizzarla al meglio, in modo tale da ridurre il peso del servizio a carico del cittadino.

La differenziata, oltre che portare benefici all’ambiente, produce, potenzialmente, ricchezza per la Città.

Il nostro primo obiettivo, da realizzare nel primo Consiglio Comunale utile, sarà la riduzione del 40% del costo della tariffa TARI 2019.

 

RAZIONALIZZAZIONE DELLA VIABILITÀ CITTADINA

Per troppo tempo è prevalsa l’opinione di dover per forza realizzare nuovi insediamenti abitativi, artigianali e commerciali rimandando ad un momento successivo lo studio attento per la viabilità.

Ripensare la viabilità significa ripensare la Città anche attraverso il sistema viario, ovvero attraverso la realizzazione di:

  • una strada a percorrenza veloce che permetta di superare il traffico che si crea lungo la S.S. 155;
  • realizzazione di una pista ciclabile;
  • realizzazione di un’area sosta attrezzata per camper con nodo di scambio tpl;
  • installazione di stazioni di ricarica per auto elettriche al fine di incentivare una scelta “green” che riduca le emissioni di CO2 nell’ambiente;
  • percorsi pedonali;
  • eliminazione del traffico pesante all’interno del centro abitato della frazione di Carchitti;
  • razionalizzazione degli spazi per i cittadini creando zone di aggregazione per gli adulti e ludiche per i bambini;
  • razionalizzazione dei parcheggi a pagamento: rideterminando le tariffe, le modalità di pagamento e gli orari. Creazione di maggiori parcheggi liberi nelle adiacenze dei parcheggi a pagamento.

 

PARCHEGGI NEL CENTRO STORICO, RILANCIO DELLO STESSO E PIANO DI VIDEOSORVEGLIANZA

Oggi il problema non è muoversi, ma è trovare parcheggio, specialmente nel centro storico.

Realizzare un parcheggio interrato a Piazza della Liberazione significa ridare una possibilità di ripresa alle attività e ai cittadini che vivono e lavorano al centro Città.

Realizzare un parcheggio sopraelevato, rispetto all’esistente, nella zona dell’ex tiro a segno creerebbe una maggiore possibilità di accesso al centro storico sia nella quotidianità che in occasioni di manifestazioni.

Inoltre è necessario prevedere parcheggi rosa per le neo mamme e per le donne incinta.

Predisporre una rete di  videosorveglianza accompagnata da una adeguata illuminazione pubblica che possa garantire maggiore sicurezza e visibilità nelle ore serali e notturne.

Estensione delle fasce orarie di presidio degli addetti della Polizia Locale su tutto il territorio cittadino.

 

SERVIZI PRIMARI PER I CITTADINI

Nel 2019 oltre 6.000 persone a Palestrina non hanno ancora l’acqua diretta e l’allaccio alla pubblica fognatura.

Bisogna estendere questi servizi, verso le zone della Città che ancora ne sono sprovviste, significa evitare esperienze spiacevoli per i cittadini. Occorre programmare prima i servizi e poi la edificazione delle abitazioni e dotare tutti i cittadini dei servizi primari.

Nel 2019 non possono esistere cittadini di serie A e cittadini di serie B!

 

NUOVO PIANO REGOLATORE E RISANAMENTO AMBIENTALE

E’ solo attraverso un nuovo Piano Regolatore che riusciremo a riorganizzare la nostra Città, un Piano che sia di salvaguardia dell’ambiente e metta fine alla cementificazione di questi ultimi anni. Un Piano che sia a tutela del territorio e del recupero dell’edificato.

Un punto chiave sarà costituito dal risanamento ambientale finalizzato alla rideterminazione dei vincoli ambientali, idrogeologici, paesaggistici, monumentali ed archeologici che impediscono il completo risanamento dell’edificato.

 

RISPARMIO ENERGETICO

Al fine di abbassare la spesa per il consumo energetico per l’illuminazione pubblica installeremo sistemi innovativi sugli impianti di illuminazione pubblica abbassando notevolmente la spesa elettrica e salvaguardando l’ambiente dall’inquinamento luminoso.

 

ABBATTIMENTO DEI COSTI RELATIVI AGLI ENTI INUTILI – CHIUSURA DEL CONSORZIO STRADE VICINALI

Il Consorzio Strade Vicinali si è rivelato un Ente inutile, con €120.000 annui (tra quote dei consorziati e finanziamento comunale) non assolve a nessuna funzione di manutenzione dei tratti stradali di propria competenza.

Ormai è superato il concetto di strade vicinali, il traffico intenso sia delle autovetture che dei mezzi pesanti interessa tutte le strade cittadine che, di conseguenza, richiedono più interventi di manutenzione e che gli stessi siano più costanti  e programmati.

 

TURISMO COME STRUMENTO DI RILANCIO DELL’ECONOMIA LOCALE

Al fine di rendere fruibile il Tempio della Dea Fortuna Primigenia bisogna rendere agibili i percorsi ed i camminamenti di accesso allo stesso.

Palestrina ha bisogno di un Centro Unico dell’Accoglienza Turistica che possa rilanciare il suo enorme patrimonio storico, archeologico, musicale e culturale a livello nazione ed europeo.

Promozione degli scambi culturali con le Città gemellate.

 

RIASSETTO ORGANIZZATO DELLE FRAZIONI DI CARCHITTI E VALVARINO

Carchitti e Valvarino sono Palestrina e i bisogni degli abitanti delle frazioni vanno individuati e vanno trovate le soluzioni.

Bisogna creare centri di aggregazione giovanile,  occorre portare a compimento la rete fognaria, dotare le frazioni di asili nido, occorre potenziare il trasporto pubblico e promuovere le produzioni agricole.

 

VALORIZZAZIONE DELLE REALTA’ SPORTIVE LOCALI

Le realtà sportive locali sono un patrimonio della nostra Città e l’amministrazione comunale deve essere vicina a loro, sia tramite incentivi diretti, sia tramite la promozione indiretta.

Una menzione a parte merita il palazzetto dello sport in costruzione; in merito a questa struttura proporremo di realizzare una convenzione “ad hoc”  con il CONI e con le federazioni sportive delle varie discipline alle quali serve una struttura coperta di grandi dimensioni, in modo tale che il CONI sia investito nel portare a termine il completamento della struttura e che il Comune di Palestrina si riservi il suo utilizzo per determinate manifestazioni.

 

INVESTIRE NEL SOCIALE QUALE STRUMENTO PER MIGLIORARE LA SALUTE DEI CITTADINI E LE ASPETTATIVE DELLE FAMIGLIE

L’obiettivo principale è quello di annullare le fragilità del rapporto cittadino-sanità pubblica; ponendo il cittadino al centro dei servizi a 360°, perché porre al centro la persona significa avere come fine ultimo la sua soddisfazione rivolgendo l’attenzione a quelli che sono i suoi bisogni e le aspettative a questo finalizzati.

Gli obiettivi specifici saranno:

  • Creazione di uno sportello Comunale socio-sanitario;
  • Realizzare un asilo nido Comunale;
  • Convenzione tra CRI e Comune per il trasporto di malati critici;
  • Avviare progetti per inserimenti lavorativi e di volontariato;
  • Prevedere fasce di esenzione e tariffe agevolate per l’accesso ai servizi pubblici per le famiglie a basso reddito, per gli anziani e per le situazioni di comprovato disagio;
  • Creazione di uno sportello informativo all’accesso alle agevolazioni fiscali per sisma bonus e risparmio energetico.

SICUREZZA DEGLI EDIFICI SCOLASTICI: IDONEITA’ ANTISISMICA

Gli edifici scolastici del Comune di Palestrina sono sprovvisti della certificazione antisismica; è un impegno primario la verifica della vulnerabilità sismica degli edifici scolastici del nostro Comune affinché vengano individuate le azioni necessarie al miglioramento o adeguamento sismico degli edifici stessi. Tale attività dovrà essere coordinata, ai fini dell’individuazione delle risorse economiche, con gli enti sovraccomunali quali la Città Metropolitana di Roma Capitale, la Regione Lazio, Stato Italiano e Comunità Europea.

Questo programma elettorale è un primo passo volto al miglioramento della qualità della vita all’interno del territorio comunale non esaurendosi nei soli prossimo cinque anni; è volto a restituite Palestrina ai Prenestini.